Ronghi (CNAL): sì alla mobilitazione per la difesa dei lavoratori Whirlpool ma anche per quelli dell’American Laundry.

“Il caso Whirlpool grida vendetta. Il Governo, preso in giro dalla multinazionale, dimostra la sua inefficacia, la sua debolezza e la sua incapacita’ di garantire il lavoro in Italia e particolarmente nel Sud, dove la crisi è  più profonda è grave”.

 È quanto ha dichiarato Salvatore Ronghi a conclusione della riunione di Segreteria Nazionale del sindacato Cnal.
“La nostra lotta a fianco dei lavoratori della Whirlpool è totale – ha continuato il Segretario Generale del sindacato CNAL- così come lo è per le altre aziende in crisi. Sottolineo che mi avrebbe fatto piacere – ha concluso Ronghi- che la stessa solidarietà messa in  campo dall’Ente regionale, guidato da De Luca e dal Sindaco di Napoli, fosse espressa anche per i lavoratori dell’American Laundry che da mesi lottano per non perdere 400 posti di lavoro”.

I commenti sono chiusi.